Sette prime e troppi tagli nei 40 anni del festival

Sette spettacoli in prima nazionale celebreranno la quarantesima edizione del Festival teatrale di Borgio Verezzi, dal 12 luglio all'11 agosto nella piazzetta di Sant'Agostino, dedicato quest'anno all'attore genovese Gilberto Govi in occasione del quarantennale dalla sua morte, presentato ieri nella sede della Regione Liguria. Intanto il direttore artistico del festival Stefano Delfino, arrivato con questa alla sua quinta edizione, ha annunciato che abbandonerà l'incarico a causa dei tagli al budget. «Questa edizione è un incrocio di date e anniversari - ha detto Delfino -. Ci sono i quarant'anni del Festival di Borgio e quelli trascorsi dalla morte di Govi, ma anche un grande ritorno, quello del regista Alberto Gagnarli già presente nelle edizioni del 1970 e del 1971, con Medea di Seneca». Insieme alla tragedia classica «Medea» con Caterina Vertova, Leonardo De Carmine e Mico Magistro, appaiono nel cartellone un curioso testo di Luca Lucarelli 'Tenco a tempo di tangò sui dieci giorni che il cantante trascorse in Argentina nel 1965, sul palco Mascia Foschi e Adolfo Margiotta e musiche di Alessandro Nidi, ed «Il custode» di Harold Pinter, un testo sulla convivenza surreale tra due fratelli ed un vecchio barbone, con Giacomo Rizzo, Maximiliam Nisi e Paolo Sassanelli. In programma, tra gli altri, «Vuoti a rendere» di Maurizio Costanzo con Valeria Valeri e Paolo Ferrari ed il classico «La scuola delle mogli» di Moliere con Giuseppe e Micol Pambieri, oltre ad un tributo a un testo diventato famoso per la magistrale interpretazione cinemagrafica di Henry Fonda e Katharine Hepburn «Sul lago dorato» di Ernest Thompson con Arnolfo Foà ed Erica Blanc. In scena anche un intreccio di musica e recitazione con «La resistibile ascesa di Gianluca G.», one-man-show di Gianluca Guidi con quattro attrici-ballerine. Fra gli eventi collaterali sono previsti un omaggio al cinema di Eduardo, Titina e Peppino De Filippo dal titolo «I reali di Napoli» e la presentazione di un libro sulla storia del Festival. Per il pubblico la prenotazione e la prevendita dei biglietti inizia il 15 giugno anche online (www.festivalverezzi.it).