Sette rapine portate a segno nella notte

Almeno una decina le rapine messe a segno l’altra notte a Milano. Si inizia alle 20.20 all’hotel Piacenza dove hanno fatto irruzione due uomini, forse slavi. Uno dei due ha puntato una pistola contro il portiere, Giovanni M., 37 anni, così costretto a consegnare i 300 euro che teneva nel cassetto e altri 800-900 che aveva nel portafogli. I due sono poi fuggiti.
Attorno alle 23 in via Spontini, una signora di 67 anni è stata aggredita alle spalle e buttata a terra da un giovane nordafricano che le ha strappato la borsetta. Ritrovata poco dopo nelle vicinanze priva però di 100 euro e di un vecchio cellulare.
All’1 un giovane di 23 anni, mentre camminava in via Cicognara è stato avvicinato da due coetanei. Colpito da un pugno in faccia, è stato sbattuto a terra e «alleggerito» del cellulare.
Alle 3.50 in via Ogliari Valentina R. e il fidanzato sono stati avvicinati da quattro extracomunitari armati: alla ragazza sono stati strappati catenina, braccialetti e orologio e a lui il portafogli con dentro 40 euro.
Meno di un’ora dopo in via Sammartini, Luciano M., 41 anni, ferma una macchina della polizia e spiega di essere stato preso a calci e pugni da due immigrati che lo hanno derubato del cellulare, un pacchetto di sigarette e 5 euro. Ha indicato la via di fuga e i due poco dopo sono stati arrestati.
Infine ieri alle 7 il titolare dell'edicola in via Suzzani angolo via Ponale ha dovuto consegnare 250 euro a un 50enne armato di pistola.