Settebello ko con la Germania Bene il Setterosa

da Belgrado

Seconda giornata amara per il Settebello nei campionati d'Europa in corso di svolgimento a Belgrado: perde 11-8 (1-4, 2-2, 1-2, 4-3) con la Germania, giocando una partita abulica, senza testa, sbagliando tutto quanto avrebbe non dovuto sbagliare. La partenza è stata di quelle senza storia: Germania sempre avanti, azzurri sempre a rincorrere un risultato sempre più lontano. L'inesperienza dei giovani si sa, è figlia dell'incostanza. Dopo la buona prova di venerdì, con la Croazia, ieri il crollo con la Germania. Cosa non ha funzionato? «Abbiamo giocato senza testa - commenta a fine gara Lorenzo Ravina, vice presidente Fin e capodelegazione agli europei - contro una formazione quadrata, con un centro boa legnoso ma efficace, mettendo in mostra, solo nel finale, una voglia di riscatto però tardiva». Oggi l'Ungheria: gara proibitiva almeno sulla carta, poi sarà la vasca ad emettere la sua sentenza. Diretta su Rai due alle 18.45. Esordio positivo, invece per il Setterosa di Maugeri, che batte la Germania 17-8 (3-2, 4-2, 5-1, 5-3). Dopo i cambi generazionali a cui Maugeri ha dovuto fare fronte, il Setterosa sta dimostrando di tornare ad essere una stella di prima grandezza. La gara: senza storia. Il primo tempo contratto, si sa è l'esordio, poi gara chiusa già dalla seconda frazione. Oggi la Russia: saranno scintille (diretta su Rai Tre alle 15).