Il Settebello ko con la Romania

Giornata a corrente alternata ai Campionati Europei di pallanuoto, in corso di svolgimento a Belgrado. Il Settebello perde 10-9 ( 4-4, 5-2, 0-1, 0-3) con la Romania dopo aver condotto la gara anche con tre reti di vantaggio. Scherzi di gioventù: la giovane formazione di Malara, che ha piegato per un tempo e mezzo la Romania, crolla per la paura di vincere. Gli scafati romeni, certamente quadrati, ma non eccelsi, sembrano marziani nell’ultima frazione e rifilano un parziale di tre reti a zero. Oggi la Grecia per il V posto. Peccato, ci stava qualcosa di più. Setterosa stellare contro la Spagna: vince 15-10, ma soprattutto gioca come sa, a memoria. La gara: primo tempo senza ritmo, poi il turbo dalla seconda frazione, quando Elena Gigli, portiere azzurro, ha deciso di chiudere la porta alle iberiche. La nazionale si è portata avanti prima di due, poi di tre lunghezze, azzerando di fatto ogni velleità delle spagnole. Sabato la finale: in vasca la Russia, già battuta nella prima fase di questo campionato, ma da un paio di stagioni bestia nera delle azzurre. Sarà battaglia.