Il Settebello parte bene con la Croazia

È la pallanuoto a chiudere l’estate sportiva europea. A Belgrado, fino al 10 settembre, sarà di scena la 27ª edizione dei Campionati Europei.
È un’Italia rinnovata e forse troppo inesperta, quella che il genovese Paolo Malara ha ricostruito sulle ceneri del Settebello “mondiale” di Pierluigi Formiconi. Fin qui il cammino azzurro non ha brillato: solo un quinto posto in World League e Coppa Fina che, per una serie di piazzamenti delle altre squadre, ci ha qualificato ai mondiali di Melbourne. Gli azzurri sono in un girone di ferro: Croazia, Ungheria, Grecia, Germania e Slovenia. L’esordio di ieri pomeriggio alla Tasmajdan contro la Croazia dell’ex Ratko Rudic ha visto la vittoria del Settebello per 9-8. Oggi sarà Italia-Germania.
Sta meglio il Setterosa di Mauro Maugeri. Il tecnico siciliano è riuscito a ricomporre quel clima che la nazionale femminile aveva smarrito nel dopo Formiconi. La squadra, detentrice del titolo europeo, gira, e i ricambi che Maugeri ha inserito al posto delle senatrici del calibro di Malato, Grego, Araujo sembrano aver riportato ad alti livelli la formazione azzurra, che ha già conquistato due argenti in World League e Coppa del Mondo. Russia, Germania e Grecia sono le avversarie del Setterosa nel girone. Il primo impegno, questo pomeriggio, con la Germania.