Settembre caldo in piazza Affari

da Milano

Con l’assemblea di Unipol in programma a Bologna domani, chiamata a decidere sull’aumento di capitale per finanziare l’Opa su Bnl, si apre una lunga serie di appuntamenti societari che a settembre riporteranno nel vivo le partite finanziarie che hanno infiammato la Borsa negli ultimi mesi. A seguire arriveranno, nel corso del mese, gli sviluppi del caso Antonveneta. Ma oltre alle banche sono attese novità importanti anche sul fronte Fiat, Rcs e Mediobanca.
Unipol. Tra il 30 agosto e il primo settembre, dovrebbe arrivare invece il parere della Consob sul prospetto informativo per l’Opa su Bnl. È atteso invece per fine settembre il «verdetto» dell’Isvap, che ha comunque tempo fino metà ottobre per pronunciarsi sull’acquisto del 50% di Bnl Vita da parte di Unipol e sulla questione statutaria.
Antonveneta. Giovedì 15, al termine della pausa estiva del palazzo di giustizia di Milano, Bpi potrà impugnare la decisione sulla convalida del sequestro del pacchetto del 29% di azioni Antonveneta. E si vedrà nei prossimi giorni chi sono le banche che hanno manifestato interesse per rilevare eventualmente il pacchetto. Tra il 6 e il 13 settembre è poi previsto il prossimo cda della Bpi per approvare i conti del semestre.
Fiat. Non a caso l’ad del gruppo Fiat, Sergio Marchionne, ha ieri definito «importantissimo» il mese di settembre. Il primo appuntamento è fissato per il 5, quando sarà presentata la nuova Punto. Il 15 ci sarà la riunione del consiglio di amministrazione chiamato ad approvare i conti semestrali, ma soprattutto a deliberare l’aumento di capitale da 3 miliardi a servizio del prestito convertendo. Il prezzo di conversione, che ai valori del 25 agosto sarebbe pari a 10,18 euro, sarà calcolato in base alla media fra 14,44 euro e il prezzo medio di Borsa degli ultimi 6 mesi, pari al 26 agosto a 5,96 euro (contro una valutazione di 7,1 euro). Cinque giorni dopo, martedì 20 settembre, le nuove azioni saranno sottoscritte dalle banche. Ifil scenderà dal 30 al 22% e si assisterà a qualche assestamento azionario.
Rcs. Per Rcs MediaGroup il prossimo appuntamento è previsto il 14 settembre, quando si riunirà il cda per l’approvazione della semestrale. Il cda è tradizionalmente preceduto da una riunione del patto di sindacato: per i soci si tratta della prima plenaria dopo la turbolenta estate di Stefano Ricucci, al momento primo azionista con quasi il 21%.
Mediobanca. Il 12 settembre si riuniranno comitato esecutivo e cda di Mediobanca: all’ordine del giorno, i conti dell’esercizio annuale e il piano triennale. Mentre per quanto riguarda il patto di sindacato, non sono previste riunioni.