Settembre d’oro per i consulenti

A settembre riparte l’attività politica e ripartono le consulenze. La Regione non bada certo a spese quando c’è da affidare incarichi e in un solo mese la giunta mette a bilancio uscite per altri 335mila euro. L’obiettivo è quello di far svolgere a «specialisti» esterni dei lavori che i dipendenti dell’ente non sembrerebbero in grado di poter svolgere. Non così la vede Matteo Rosso, consigliere di Forza Italia sempre con la lente d’ingrandimento puntata sulle delibere della maggioranza che elargiscono contributi.
E infatti anche questa volta non si lascia sfuggire l’ultima infornata di consulenze arrivate in giunta e che portano il totale del mese a 335mila euro. «È proprio vero che non c'è limite al peggio - incalza Rosso -. Nonostante i miei continui attacchi l'assessore Pittaluga ha portato in giunta incarichi e consulenze per 110mila euro per attività che potevano essere ben gestite dal personale della Regione. Si passa da 10mila euro per la promozione del volume “I Racconti di Aurelia” ai 18mila per proporre una semplice relazione degli oneri di urbanizzazione».
Il totale d 335mila si raggiunge sommando gli incarichi attribuiti ieri a quelli delle altre due sedute precedenti. Ma il consigliere di Forza Italia è preoccupato per il futuro.
«Di questo passo mi domando come arriveremo a Natale in cui la giunta Burlando con la solita generosità vorrà dispensare doni e regalie», conclude Matteo Rosso.