A settembre Dopo l’Africa e la Terra Santa il Pontefice andrà a Praga

Dopo l’Africa e la Terra santa, il Papa punterà al cuore della Mitteleuropa per il suo terzo viaggio internazionale del 2009: si recherà infatti nella Repubblica ceca dal 26 al 28 settembre prossimi. L’annuncio ufficiale, ieri mattina dal Vaticano in concomitanza con l’incontro tra Benedetto XVI e il presidente ceco, Vaclav Klaus. La visita cade nel ventesimo anniversario della cosiddetta «Rivoluzione di velluto» che, nell’autunno del 1989, pose fine in modo rapido e pacifico al regime comunista cecoslovacco. Il 28 settembre è anche la festività di San Venceslao, duca di Boemia e santo patrono della nazione ceca. Il prossimo viaggio del papa è stato uno dei temi al centro del colloquio, una ventina di minuti, tra Benedetto XVI e il capo di Stato ceco, in visita per un giorno in Vaticano, accompagnato dalla moglie e da un seguito ristretto. Nell’udienza - ha informato poi una nota vaticana - «ci si è soffermati sulla situazione del Paese, affrontando in particolare alcune questioni legate alle relazioni con la Chiesa cattolica». L’incontro, avvenuto in tedesco, è stato molto cordiale, e al momento dei saluti, Klaus ha donato al pontefice un antico leggio in legno scuro intarsiato. Ratzinger ha ricambiato con la tradizionale medaglia d’oro del pontificato.