Settemila peruviani in piazza per il «Señor de los Milagros»

La messa è stata celebrata dall’arcivescovo Tettamanzi

Oltre settemila sudamericani hanno partecipato ieri alla tradizionale cerimonia del «Señor de los Milagros» in piazza Duomo. Dopo la messa solenne, celebrata dall’arcivescovo Dionigi Tettamanzi, i fedeli, perlopiù peruviani, hanno dato vita a una lunga e colorata processione lungo le vie del centro che è durata tutto il pomeriggio. Partenza in piazza Duomo, arrivo in piazza Santo Stefano.
Moltissimi i fedeli arrivati da tutte le Diocesi del Nord Italia per una ricorrenza che tutti gli anni riunisce migliaia di peruviani l’ultima domenica di ottobre. La celebrazione del «Señor de los Milagros» ha origini molto lontane e risale al 1655 , quando, durante un terremoto che colpì Lima e che distrusse molta parte della città, un immagine del Cristo morto si salvò miracolosamente dalla calamità, nonostante l'edificio in cui si trovava fosse andato distrutto.
All’immagine dipinta di Cristo, nel corso degli anni successivi sono stati attribuiti diversi eventi miracolosi e l'immagine sacra riveste ora grande devozione nella comunità latinoamericana al punto che una copia dell’immagine viene ogni anno omaggiata con una processione molto partecipata. La processione è stata ravvivata anche dalle bande musicali e dai rappresentanti delle comunità latinoamericane in città.