Setterosa, resta solo il bronzo Settebello, sogna contro Rudic

Shangai.Non ce l’hanno fatta. Le ragazze del Setterosa si sono arenate davanti alla Grecia, si sono fatte mitragliare di gol (14-11)dalle cecchine avversarie. Le azzurre non sono state brillanti, come contro Cina e Australia, ma tenaci per non uscire dalla partita. Ora L’Italia si giocherà le ultime chance di medaglia nella finale terzo posto contro la Russia battuta dalla Cina. Vuole la medaglia: «Abbiamo affrontato un avversario più esperto che ha meritato sul campo. Ci aspetta la finale per il bronzo che per noi ha un valore immenso. Essere tra le prime quattro squadre al mondo è già un grande risultato ma abbiamo la possibilità di fare ancora meglio e vogliamo provarci», garantisce il ct Conti. Appuntamento al 29 luglio.
E oggi(ore 15) tocca al nuovo Settebello di Alessandro Campagna:per andare in finale, serve battere la Croazia dell'ex ct azzurro Ratko Rudic. «Per certi aspetti ci assomigliamo – spiega Campagna – e abbiamo molto in comune ma facciamo un gioco diverso». Facile il paragone con il Settebello d'oro di Rudic, del quale lui è stato giocatore fondamentale. Giusto? «Stiamo ricreando l'atmosfera del Settebello degli anni '90. Ci sono forti motivazioni, aggregazione ed entusiasmo da entrambe le parti; il gruppo dei giocatori e quello invisibile dello staff sono una cosa sola. Abbiamo creato una squadra coesa, basata sul lavoro, sull'impegno, sulla collaborazione e sulla fiducia reciproca. Ci trasmettiamo empatie». Ora serve la finale.