SETTIMANA BIANCA

Una suite tutta di legno, magari con un camino scoppiettante, la vasca idromassaggio e una grande finestra sugli abeti innevati. Poi un ristorante gourmet per riprendersi dalle fatiche dello sci e una spa dove dimenticare lo stress. Sono questi gli ingredienti di una vacanza a cinque stelle sulle piste di sci.
Un privilegio fino a poco tempo fa riservato alle grandi località della tradizione svizzere, francesi e austriache, oggi invece con alcune chicche anche su Alpi e Appennini del Belpaese.
Per esempio il Relais & Chateaux Gardena di Ortisei (Bz), che si distingue non solo per la struttura e la beauty farm, ma soprattutto per il servizio e la cucina, curata da Armin Mairhofer (una stella Michelin). Cortina d'Ampezzo (Bl), culla del lusso alpino italiano, inaugura quest'anno il rinnovato Grand Hotel Savoia (www.grandhotelsavoiacortina.it), cinque stelle nel cuore della perla dolomitica con centro estetico Mességué. Un'interessante alternativa al tradizionale Cristallo Hotel Spa & Golf (www.cristallo.it), ristrutturato da qualche anno: dalle grandi vetrate dei saloni si gode il migliore panorama sulle Tofane. A San Cassiano, piccolo villaggio dell'Alta Badia (Bz), il Relais & Chateaux Rosa Alpina (www.rosalpina.it) è un'istituzione del lusso alpino. Lusso che qui vuol dire semplicità, gusto e tradizione (è gestito da tre generazioni dalla famiglia Pizzinini). Come non ricordare le due stelle Michelin del ristorante St. Hubertus, magistralmente diretto da Norbert Niederkofler o la spa di Daniela Steiner ? Gli stessi ingredienti sono alla base del successo del Relais & Chateaux Hermitage (www.hotelhermitage.com) di Breuil Cervinia (Ao), una delle strutture più belle delle Alpi, con suite molto calde e una spa da sogno. Questo albergo è stato premiato da Relais & Chateaux per la migliore accoglienza e il miglior servizio. In Lombardia, da qualche anno sono tornati i fasti della Belle Epoque del Grand Hotel dei bagni Nuovi di Bormio (So), originario del 1836 (www.bagnidibormio,it). Più a sud, nel delizioso borgo di Pescocostanzo, in Abruzzo, il Relais Ducale (www.relaisducale.it) è un «buen retiro» con camere di gran gusto e una spa concepita come un appartamento, con chaise longue e camino accanto alla piscina.
Non c'è dubbio, però, che la grande tradizione del lusso alpino sia nata in Svizzera, a St. Moritz. Qui le grandi strutture a 5 stelle hanno saputo rinnovarsi pur mantenendo intatto il fascino di un tempo. Stiamo parlando del Kulm (www.kulmhotel-stmoritz.ch), l'icona per eccellenza del lusso alpino, ma anche del mondano Badrutt's Palace (www.badruttspalace.com), dei più riservati Suvretta House (www.suvrettahouse.com), Kempinski (www.kempinski-stmoritz.ch), Carlton (www.carlton-stmoritz.ch) e Kronenhof (www.kronenhof.com), quest'ultimo nella vicina Pontresina. I grandi spazi tipici dei «Palace» di un tempo sono stati occupati da suite di design, spa da mille e una notte e ristoranti di sushi. La rivale storica di St. Moritz è Gstaad, dove lusso fa rima con riservatezza. Come quella che si respira nelle torrette stile castello del Palace (www.palace.ch) che domina dall'alto il tranquillo villaggio svizzero. Almeno una sera bisogna fare un salto al night club dell'hotel, il GreenGo, istituzione locale. In paese, invece, il Grand Hotel Park (www.grandhotelpark.ch) è una struttura più recente con una piscina di acqua salata (temperatura 32 gradi) unica sulle Alpi. In Francia lusso fa rima con Courchevel dove ci sono 6 hotel 5 stelle e 6 strutture 4 stelle lusso (classificazione che in Francia fino a poco tempo fa corrispondeva alle nostre 5 stelle). Nella capitale alpina francese tre indirizzi da segnare sono quelli del Kilimandjaro (www.hotelkilimandajaro.com), incredibile villaggio di chalet-suite direttamente sulle piste con ristorante stellato Michelin, dell'Aman Resorts Le Melezin (www.amanresorts.com), che unisce lo charme francese al servizio orientale (la proprietà è di Singapore) e del Manali (www.hotelmanali.com), che porta lo stile himalayano sulle Alpi. In Austria, l'istituzione è l'Arlberg Hospiz (www.arlberghospiz.at), vicino a St. Anton, dove ha soggiornato anche il premier russo Putin. Il vanto di questo albergo con una lunghissima storia è la cantina privata di Bordeaux più grande al mondo. Un'altra istituzione è il Bio-Hotel Stanglwirt (www.stanglwirt.com) di Going, non lontano da Kitzbuehel, con un'incredibile spa (da non perdere la piscina con le rocce) e la «fattoria per i bambini».