Una settimana per golosi a Recco

Franco Crosiglia

Pancia mia fatti capanna. A Recco, nella capitale enogastronomica della Liguria, parte la «Gran settimana gastronomica d'estate». Da domani al 20 luglio tutte le sere saranno serate di gola all'insegna - promettono gli organizzatori - di menù trionfali con aperitivi, facaccia al formaggio, antipasti, primi, secondi e dolci. Senza dimenticare i vini, selezionati e della nostra regione. Insomma, «la creatività degli chef al servizio dei mille prelibati frutti che il nostro territorio e il nostro mare offrono», spiega Gianni Carbone, proprietario della Manuelina e presidende del «Consorzio enogastronomico di Recco».
L'idea di trasformare le serate gastronomiche, che per 30 anni sono state concentrate nel periodo che va da febbraio ad aprile, in appuntamenti stagionali con settimane dedicate - all'inizio di ogni stagione - ai prodotti tipici di ciascun periodo dell'anno (l'appuntamento estivo da giugno è slittato a luglio per la concomitanza dei mondiali) «nasce proprio dall'idea di offrire ai nostri clienti l'intero arco delle nostre ricette tradizionali. Ricette spesso un po' rivisitate - spiega Carbone - per renderle più interessanti». Il tutto a prezzi che vanno dai 25 ai 40 euro per persona. Prezzi di promozione e senza sorprese, visto che nell'importo è tutto compreso. Senza contare il menù. A partire da venerdì. Presso il ristorante Alfredo, infatti, per 35 euro si parte con cocktail di frutta con salvia e zucchine fritte. A seguire focaccia col formaggio di Recco, zuppa di muscoli e vongole su crostone di pane casereccio, trofie al salto con pomodorini, mozzarella e basilico di prà, totani ripieni con melanzane e zucchine grigliate, torta di frutta e, naturalmente, caffè.
Sabato la kermesse prosegue al ristorante La Villetta (35 euro per persona) e all'osteria Ai due Ladroni (30 euro). La focacceria della Manuelina e il Ristorante Ai Pesci Vivi si propongono domenica rispettivamente a 25 e 35 euro. Lunedì, invece, presso il ristorante Manuelina, serata lunga con aperitivi e stuzzichini in terrazza e seguito a tavola nella veranda del locale che, per l'occasione, servirà una rarità locale: vino bianco Colle dei Maggioli di Megli. Martedì, mercoledì e giovedì si conclude con gli chef di Vittorio (40 euro), Vitturin (40 euro) e del ristorante Da Lino (a 35 euro) che darà ufficialmente l'arrivederci alla prossima settimana gastronomica d'autunno. «Altri colori, sapori e profumi ma sempre - assicura Carbone - della nostra terra».