An: «Una settimana di mobilitazione civile»

Saltamartini (Pari opportunità): «Venerdì prossimo una grande manifestazione a largo Goldoni»

«Contro chi chiede di accendere una candela azzurra per esaltare l’orgoglio pedofilo, accendiamo una candela bianca, simbolo di purezza, per i diritti e il rispetto dei minori». È questa la risposta di Alleanza nazionale al «Boy love day», una raccapricciante «giornata dell’orgoglio pedofilo» che i siti internet che promuovono la pedofilia intendono celebrare sabato prossimo. «Da oggi - ha annunciato la coordinatrice nazionale del dipartimento Pari Opportunità, Barbara Saltamartini - parte una settimana di mobilitazione, in tutta Italia, che si concluderà venerdì a Roma, con una grande manifestazione di piazza a largo Goldoni». «I dati presentati recentemente al Consiglio Europeo sulla pedopornografia - ha spiegato l’europarlamentare Roberta Angelilli - sono allarmanti e indicano che non possiamo più stare in silenzio. È necessaria un’azione di tutte le forze politiche e di tutta la società civile in difesa dei minori». Per questo An ha preparato una petizione che impegna il governo italiano a nominare al più presto il Garante dei diritti dei minori e ad istituire in Europa il Coordinatore per i diritti dei minori, con poteri operativi, come ad esempio una task-force in grado di monitorare e prevenire i crimini legati al web, gestito a livello europeo ma collegato alle autorità nazionali. Tra le altre proposte di An, l’istituzione di un numero unico europeo di assistenza ai minori vittime di abusi, una più efficace regolamentazione dell’uso delle carte di credito su internet per bloccare l’acquisto di materiale pedopornografico. An inoltre lancia un appello a Prodi affinché la legge 38 del 2006, che prevede la costituzione di un Osservatorio nazionale sulla pedopornografia, diventi operativa.
Secondo i dati della Commissione Europea, di Eurispes e del dipartimento di Sanita Pubblica dell’Università degli Studi di Milano, in Italia almeno un ragazzo su sei è stato vittima di abusi sessuali nell’infanzia e nell’adolescenza, e ogni anno sono almeno 41mila i nuovi casi di violenza sui minori. Sempre in Italia, nei primi 4 mesi del 2007 sono state 7.391 le segnalazioni di siti pedofili, per una media di 61 segnalazioni al giorno.