Una Settimana di polemiche

Doveva essere una semplice presentazione della undicesima edizione della «Settimana della cultura» che quest'anno andrà in onda dal 18 al 26 aprile. Si è trasformato in un attacco ai mezzi di comunicazione colpevoli di non dedicare abbastanza spazio al mondo della cultura. Giornali e televisioni che ieri mattina, nella Sala da Ballo di Palazzo Reale, hanno disertato in massa la conferenza stampa indetta dal direttore regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Liguria, Bruno Malara. «Solo tre giornalisti, se si fosse parlato di omicidi o scandali politici ci sarebbe stata la sala piena», non si trattiene, nel dare il via alla riunione, il direttore: «D'altra parte la cultura non è un bene di lusso ma un modo di stare al mondo ben lontano da quegli atteggiamenti compulsivi e orgasmici tipici del consumismo moderno». Ecco, quindi, il perché di una settimana interamente dedicata all'arte, alla scienza e alla storia. Dai musei genovesi a quelli sparsi in tutta la Liguria come il museo frantoio Panizzi situato lungo il torrente Argentina di Imperia che racconta oltre due secoli di storia olearia. Visite guidate come quelle all'Oratorio dei Bianchi a Rapallo o al cimitero dei Pini Storti di Sestri Ponente. Conferenze come quella sulla gru galleggiante Langer Heinrich o sui lavori di restauro appena ultimati dell'altare dell'oratorio di San Vincenzo Ferrer a Montaldo Ligure. Diverse le novità archeologiche come la riscoperta necropoli di Albisola risalente all'età del ferro. Mentre Silvana Vernazza ha messo in campo vari appuntamenti presso Palazzo Spinola, «Continua l'iniziativa adotta un documento», ha spiegato Giustina Oliati dell'Archivio di Stato di Genova inserito nel complesso monumentale di Sant'Ignazio. La Biblioteca Universitaria di via Balbi oltre a visite guidate ha previsto una conferenza dedicata all'astronomia intitolata «Il sogno di Keplero» e, da non perdere, un incontro (il 21 aprile a Palazzo Reale) con Gillo Dorfles. Mentre al centenario del Manifesto Futurista di Tommaso Marinetti sono dedicate le iniziative dal titolo Megafonie Futuriste. Insomma una settimana ricca di appuntamenti da non perdere. Il primo assaggio oggi, Venerdì Santo, alle 16 (replica sabato alle 11 e alle 16) con un percorso guidato a Palazzo Reale dedicato alla Passione di Cristo con la Sibilla Samia di Recchetto, la sibilla romana di Ercole de Gennari (profetesse della venuta di Cristo), il Compianto del Cristo mortoe altre opere di Gherardo delle Notti, Van Dick e Luca Giordano.