Settimana di scioperi a partire da domani

Settimana di scioperi nella sanità e nel trasporto publico. Le agitazioni cominciano domani quando i dipendenti della Asl 3 incrocieranno le braccia per l’intera giornata. Lo sciopero riguarderà, senza distinzione, infermieri, tecnici di laboratorio, tecnici di radiologia, impiegati, operai, eccetera. «L’Asl 3 - informa Alessio Parodi, direttore generale - assicurerà, negli ospedali e nelle strutture sanitarie territoriali di propria competenza, il rispetto delle norme di legge sulla garanzia dei servizi pubblici essenziali e delle emergenze, per ridurre il più possibile disagi alla cittadinanza. In particolare verranno garantiti i servizi di emergenza e di Pronto Soccorso, mentre potranno subire interruzioni e sospensioni le attività prenotate e programmate».
Altro sciopero (e anche questo riguarderà il comparto medico) venerdì 25 quando si asterrà dal lavoro tutto il personale del pubblico impiego, delle Regioni, delle Autonomie locali, della Sanità pubblica e privata, della Scuola, dell’Università, dell’Alta formazione artistica e musicale.
Lo sciopero di venerdì toccherà anche il trasporto pubblico per un totale di quattro ore. L’Amt comunica infatti che il personale viaggiante si asterrà dal lavoro dalle 10,30 alle 14,30. Il restante personale, invece, si asterrà dal lavoro le ulrime quattro ore del turno. Il personale dell’Ali, inoltre, sciopererà dalle 10,30 alle 14,30.