Sfascia l’auto al padre che gli rifiuta i soldi

Ha minacciato i genitori con un fucile per farsi dare dei soldi poi, dopo essere stato buttato fuori di casa dal padre, con il suo fuoristrada ha «colpito» più volte la macchina dei genitori, una Renault Twingo, sfasciandola. È successo a Pieve Emanuele l’altra sera intorno alle 23. I carabinieri hanno arrestato Savino Roberto B., 41 anni, disoccupato con precedenti di polizia. L'uomo, dopo aver lasciato il gas aperto nel suo appartamento di Rozzano in via Po, è andato a casa dei genitori ultrasettantenni in via Fratelli Kennedy armato del fucile da caccia, poi risultato rubato l'8 agosto 2005 a Gropello Cairoli (Pavia). Il padre lo ha bloccato fuori di casa. Così Benedetto è tornato in strada e con la sua macchina ha danneggiato l’auto del genitore. L’uomo, alla vista dei militari della stazione di Pieve Emanuele, si è consegnato senza resistenza. Quando i carabinieri sono andati a casa dell’uomo per ulteriori accertamenti e accertarsi che non ci fossero altre armi, hanno raccolto la testimonianza di una vicina. La donna ha raccontato che l’uomo aveva lasciato volutamente aperto il rubinetto del gas del proprio appartamento. L'intervento di un'altra vicina di casa aveva permesso la chiusura del gas. Il fucile è sequestrato, e il giudice ha convalidato l’arresto dell’uomo ora rinchiuso a San Vittore.