Sfida agli Usa dal Parlamento di Islamabad: fermate i droni

Islamabad Sfida del Parlamento pachistano agli Stati Uniti. È stata chiesta la sospensione degli attacchi con droni, compiuti dalla Cia contro Al Qaida e i talebani nel nordovest del Paese e che hanno fatto fino a d oggi oltre 600 morti. I deputati di Islamabad hanno inoltre ribadito l’esigenza di una commissione d’inchiesta indipendente sull’incursione americana che ha portato all’uccisione di Osama Bin Laden ad Abbottabad lo scorso 2 maggio.
In una risoluzione adottata dopo 10 ore di dibattito, il Parlamento ha qualificato gli attacchi con droni «inaccettabili». «Questi attacchi con i droni devono essere fermati (...), in caso contrario il governo dovrà essere costretto a considerare le misure necessarie, fra cui il ritiro delle autorizzazioni di transito» verso l’Afghanistan, «accordate alla Nato», hanno sottolineato i parlamentari pachistani.
Il Parlamento ha anche invitato il governo a «nominare una commissione indipendente sull’operazione di Abbottabad» e a prevedere «misure necessarie per garantire che tale incidente non si produca più».