La sfida all'Empire State Building: 86 piani correndo a tempo di record

C'è anche un italiano tra i favoriti della
corsa più originale e stravagante del mondo: una scalata mozzafiato
lunga 1.586 gradini all’interno dell’Empire State Building. Marco De Gasperi, originario di Bormio, è campione del mondo di corsa in montagna

Milano - Oggi ci sarà anche un italiano tra i favoriti della corsa più originale e stravagante del mondo. Una scalata mozzafiato lunga 1.586 gradini all’interno dell’Empire State Building.

La sfida Da oltre 30 anni questo storico edificio art decò, inaugurato nel 1931, ospita la gara più autorevole dell’anno che raduna i migliori specialisti di corsa in salita. Nella Grande Mela sarà un "Super Tuesday" sia per la sfida elettorale alla Casa Bianca che per l’emozionante "run up", la più classica "corsa all’insù" americana. Queste curiose e impegnative gare nelle torri e nei grattacieli più alti e importanti del mondo stanno vivendo un particolare momento di clamore, successo e attenzione. Oltre a New York anche a Chicago, Los Angeles, Kuala Lumpur, Sydney, Tel Aviv, Miami, Berlino e Taipei hanno luogo ogni anno importanti eventi che celebrano l’edificio con un appassionante sfida sportiva.

Scalare il Pirellone Dallo scorso anno anche Milano con il grattacielo Pirelli, sede di Regione Lombardia, fa parte di questo esclusivo club dei super grattacieli dove è possibile salire migliaia di gradini a tempo di record (guarda cos'è il "vertical sprint"). La seconda edizione dell’evento milanese, annunciato in questi giorni, avrà luogo il 24 febbraio su un percorso di 31 piani e 710 gradini, il più alto in Italia.

De Gasperi alla presa di New York L’atleta italiano Marco De Gasperi (nella foto), originario di Bormio, per la prima volta è stato invitato a New York come atleta "élite!, cioè tra i migliori in assoluto, per il suo straordinario palmares di campione del mondo di Corsa in Montagna, per il 1° posto al Vertical Sprint 2007 del Pirelli, ma soprattutto per aver vinto lo scorso novembre la "Taipei Tower 101 run up". One-O-One sta proprio ad indicare i 101 piani, 2.046 gradini, di questa straordinaria corsa di Taiwan nel grattacielo più alto del mondo (508 metri). L’impegnativa trasferta a New York è promossa dalla FSA (Federation for Sport at Altitude) che coordina a livello internazionale gli atleti e le attività Skyrunning, cioè i "corridori del cielo", che interpretano le proprie imprese sportive in alta quota. Le corse sui gradini sono per FSA occasioni di studio scientifico sulle performance in salita degli atleti.

Il record americano Il record dell’Empire State Building Run Up è di 9 minuti e 33 secondi con una velocità di oltre 2mila metri all’ora di dislivello. In montagna un buon escursionista potrebbe impiegare oltre 1 ora per il medesimo dislivello di 320 metri.