Una sfida doc invecchiata di un secolo

Da La Stampa del 16-5-1910.
«All’Arena, con una giornata splendida e davanti a un pubblico di circa 4000 persone, si è svolto il match di foot-ball tra le squadre nazionali italiana e francese. Il giuoco è stato buono ed animato da parte di tutti i giuocatori, che si comportarono benissimo. Le due squadre erano così formate:
Squadra italiana. - Goal keeper: De Simoni (U.S.M.); backs: Varisco (U.S.M.) e Calì (Andrea Doria); halfbacks: Cappello (F.C. Torino), Fossati (F.C. Internazionale) e Trerè (F.C. Ausonia); forwards: Debernardi (F.C. Torino), Rizzi (F.C. Ausonia), Cevenini (Milan Club), Lana (idem) e Boiocchi (U.S.M.); riserva: De Vecchi (M.C.).
Squadra francese. - Tessier, Sollier, Mercier, Vaskoll, Ducret, Rigal, Olivier, Jourda, Mouton, Bellocq, Sellier.
Arbitrò il match il signor Goodley.
Subito apparve indiscussa la superiorità della squadra italiana, che addimostrò maggiore vivacità ed affiatamento. Degli avanti italiani, ben presto Debernardi si fa notare per la sua velocità; Rizzi, Lana e Boiocchi per i loro passaggi precisi, rasenti terra; solo Cevenini sembra in una cattiva giornata causa una distorsione fattasi durante l’allenamento, ma pur tuttavia riesce ad usufruire di tutte le combinazioni. Dapprima è Lana che con un calcio a terra da 30 metri può segnare il primo goal: segue a breve distanza un altro segnato da Fossati; un terzo fatto con un bel colpo di testa dal Cevenini viene annullato per fuori giuoco.
Avanti la fine del match l’estremo destro francese, Olivier, segna un punto gettando la palla con un bellissimo calcio in un angolo della rete.
Alla ripresa, la squadra francese sembra prendere il sopravvento, ma gli italiani si impegnano a fondo e in breve tempo segnano altri 4 goals, mentre la Francia segna un altro punto. Questi punti sono segnati: Lana 2, Rizzi 1, Debernardi 1. Abbiamo quindi una vittoria italiana con 6 goals a due.
L’esito di questo primo incontro non ha però soddisfatto troppo i competenti e gli amatori delle grandi competizioni.