La sfida tra i bolidi dell’acqua Sceicchi e vip sul lago di Como

Sfida mozzafiato per l’unica tappa in Italia del mondiale di motonautica Class 1, a Cernobbio. Grande successo di pubblico, mentre in acqua si è registrato il dominio dal «Victory team» degli Emirati Arabi e un paio di acuti firmati made in Italy. E se da un lato ci sono stati gli hurrà per il beniamino di casa Guido Cappellini (che con Gianpaolo Montavoci è stato protagonista di un ottimo secondo posto), dall’altro fiato sospeso in tutto il lungolago quando si è ribaltato lo scafo numero 10 di Formilli Fendi. Nella corsa sulle acque del lago di Como hanno fatto il loro esordio anche i nuovi motori di derivazione Lamborghini dello scafo Fendi, allestiti e progettati da Scam Technology con architettura V12 cilindri, con quattro valvole per cilindro. «Sono straordinari - commenta Marco Bonomo, manager del team LFF10 -. Hanno richiesto un particolare lavoro, perché sono cambiate molte cose rispetto ai V8 usati in precedenza. I pesi sono diversi nella sala macchine e l’impianto elettrico è stato completamente ripensato. E’ stato faticoso fare incontrare queste due innovazioni».
Ma la velocità non è la sola protagonista che Luca Formilli Fendi, figlio di Franca Fendi, fondatrice insieme alle sorelle Anna, Alda, Carla e Paola del brand famoso in tutto il mondo, ha voluto per questo appuntamento. L’altro nome in cui la gara si svolge è: solidarietà. Sullo scafo del «Team LFFendi 10» è stata impressa la scritta «Fondazione Città della Speranza», che si impegna da anni nell’assistenza dei bambini colpiti dalla leucemia. La ispirò Massimo, un piccolo scomparso a causa di questo cancro, e si è costituita il 16 dicembre 1994. Attualmente finanzia il centro di encoematologia pediatrica di Padova. Fino ad ora ha raccolto 30 milioni di euro e con questo appuntamento di Cernobbio il sostegno verrà incrementato. «Proprio dall’evento sul lago di Como - spiega Luca Formilli Fendi - inizieremo una serie di attività per diffondere il più possibile il messaggio della Fondazione».
Le prove in acqua per il nuovo scafo sono state gestite da Giovanni Carpitello, copilota di Fendi. La coppia Luca Formilla Fendi e Giovanni Carpitella ha conquistato il terzo posto nel mondiale 3S-XCat, grazie all’intesa che si è creata tra i due. La stessa madre Franca era presente per fare il tifo al figlio Luca sulle sponde di un lago che offre per l’occasione anche un incontro ghiotto per signore e signori. In contemporanea al mondiale di motonautica, infatti, si svolge a Villa Olmo la Fiera del Lusso con proposte di eccellenza della fantasia italiana tutte da scoprire.