La sfida di Jessica fermare il mostro venuto dalle galassie

La bellissima Alba è la Donna invisibile nel fumetto di Tim Story: «Ma punto ai film indipendenti»

da Roma

Mamma di origini franco-danesi, papà indio-messicane. Risultato Jessica Alba. La ventiseienne attrice dal perfetto fisico esotico, labbra e occhi che ti ci perdi, insomma una delle donne più belle del mondo come si affannano a testimoniare, un giorno sì e l'altro pure, i soliti sedicenti sondaggi sulle riviste di mezzo mondo. Ma, ovviamente, oltre alle gambe c'è di più e nonostante tutti la conoscano per i fumettistici Sin City e I fantastici quattro, la nostra Jessica, che recita già dai dodici anni e ha studiato con William H. Macy e David Mamet, aspira a ruoli ben più profondi e, naturalmente, si dichiara una democratica in disaccordo con «le scelte politiche povere di contenuto» del connazionale George W. Bush nelle stesse ore a Roma.
Inclinazioni e attitudini svelate ieri nella capitale proprio alla presentazione di I fantastici 4 e Silver Surfer diretto sempre da Tim Story e in uscita venerdì prossimo, secondo episodio della saga dei quattro supereroi in cui interpreta Sue Storm, in arte la Donna invisibile, che, insieme ai suoi colleghi, deve affrontare una grande sfida: combattere il misterioso araldo intergalattico Silver Surfer giunto sulla Terra con l'intenzione di distruggerla. Mentre l'argenteo umanoide, a cavallo di un surf, percorre il pianeta provocando il caos, Reed Richards-Mr. Fantastic (l'attore Ioan Gruffud), Ben Grimm-La Cosa (Michael Chiklis) Sue e suo fratello Johnny Storm-La Torcia umana (Chris Evans) devono far luce sul suo mistero prima che ogni speranza sia perduta.
Gradevole e, soprattutto, divertente fumettone adatto per un pubblico da 0 a 99 anni I fantastici 4 e Silver Surfer, tratto dalle leggendarie strisce della Marvel di Stan Lee (che appare in un divertente cameo e proprio ieri ha firmato un accordo con la Disney per la creazione di nuovi supereroi) e Jack Kirby, gioca anche molto sul mitico matrimonio del secolo tra Mr. Fantastic e la Donna invisibile che non riesce mai ad essere celebrato per le improvvise chiamate. Tanto che i due pensano di mollare tutto pur di convogliare a giuste nozze. «Sicuramente questo pensiero ha anche attraversato la mia mente perché è una cosa che riguarda tutte le donne con la vita impostata sulla carriera. Ci saranno molte spettatrici che ci si potranno identificare. Ma tra famiglia e lavoro, come sempre, l'importante è trovare il giusto equilibrio», confida l'indaffaratissima attrice nata a Pomona in California che ha già firmato il contratto per il terzo episodio dei Fantastici 4 e sta per girare il secondo Sin City. Ciononostante non nasconde di amare molto i film indipendenti: «Mi danno molta più soddisfazione. Tutte le mie energie si concentrano sulla bravura e sul talento, cerco sempre di dare il meglio e anche se si tratta di un film d'azione non è facile muoversi e agire davanti a uno schermo verde su cui poi verranno inserite digitalmente le scene, devi fare ricorso all'immaginazione della bambina che hai dentro per risultare credibile».
Sulla stessa lunghezza d'onda il ceruleo Chris Evans che come un vero bravo fratello (lo è nella finzione filmica) l'ha accompagnata in questo giro promozionale: «Generalmente si tende a parlare un po' male dei grandi film ma, quando c'è passione e impegno, c'è grande soddisfazione a interpretare un blockbuster. Recitare per me è recitare, lo faccio allo stesso modo a teatro come al cinema». E per non lasciare qualcuno nel dubbio atroce che Jessica Alba se la possa passare male, ecco una sua conclusiva dichiarazione da veterana della settima arte: «Sono stati anni di intensissimo lavoro, ho fatto tantissimo, ho portato la mia carriera al punto che volevo con commedie, horror e film indipendenti. Adesso però vorrei prendermi una pausa».