Sfiducia a Cattaneo boomerang per il Pd

«Non sono neppure riusciti a raccogliere tutti i voti dell’opposizione. Questa mozione di sfiducia, che era rivolta nei confronti dell’assessore Cattaneo, si è rivelata un boomerang in casa del Pd». Così il presidente di Regione, Roberto Formigoni, ha commentato la bocciatura ieri, da parte del Consiglio regionale, della mozione di censura presentata da Pd, Sinistra democratica e Italia dei Valori, in merito alla situazione del trasporto pubblico locale in Lombardia: 46 i voti contrari, 22 favorevoli e due astenuti.
«Ho accolto il dibattito di oggi come uno stimolo per fare sempre meglio - ha sottolineato l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Cattaneo - e voglio che tutti i pendolari sappiano che sono io il primo a sentirmi impegnato a fare meglio per garantire servizi migliori. E il voto di oggi mi conferma in questo impegno». Come «un pendolare tra i pendolari non ho dubbi da che parte stare - ha affermato -: ho scelto quella dei pendolari».