An sfila contro il decreto sicurezza

Corteo da piazza Scala a San Carlo: «Abbattiamo i muri della paura»

«Abbattiamo i muri della paura», leit motiv dell’appuntamento di An con i milanesi. Che oggi alle 15 si ritrovano in piazza della Scala: concentramento seguito da corteo sino a piazza San Carlo. Un chilometro e poco più per ribadire l’impegno del partito di Gianfranco Fini sul fronte della sicurezza.
Impegno concreto in una grande metropoli «assediata da flussi migratori senza controllo, che determinano un continuo allarme sociale» come ripete un giorno sì e l’altro pure il vicesindaco Riccardo De Corato. Ma la manifestazione odierna di An è pure l’occasione per ribadire che «il decreto sicurezza del governo Prodi non fa ottenere nemmeno un briciolo in più di sicurezza» come sostiene il capogruppo alla Camera Ignazio La Russa. Decreto che contiene dunque provvedimenti minimali mentre occorrono l’inasprimento delle pene e maggior severità in tema di espulsioni. Nota, quest’ultima, confermata dall’ultimo rapporto Caritas dove si rileva che solo un terzo degli irregolari extracomunitari «viene riaccompagnato alla frontiera». Al corteo di oggi parteciperanno, tra gli altri, Massimo Corsaro, Paola Frassinetti, Piergianni Prosperini, Maurizio Cadeo e Carla De Albertis.
Ci saranno, naturalmente, i ragazzi di Azione Giovane che, ieri, guidati da Carlo Fidanza hanno celebrato l’anniversario della caduta del muro di Berlino. Di fronte all’ingresso della Cattolica hanno abbattuto un simbolico muro di scatole di cartone.