Sfilata vip in Campidoglio per la consegna dei premi Personalità europea 2009

Una sfilata di personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo, rappresentanti dell’Arma dei carabinieri e della polizia, fino a giornalisti ed esponenti della medicina, hanno ricevuto il premio «Personalità europea 2009» lunedì sera presso la sala Protomoteca in Campidoglio, in occasione della trentanovesima Giornata d’Europa.
Obiettivo della manifestazione, organizzata dal centro Europeo per il Turismo e realizzata con il patrocinio di Comune e Provincia, è sensibilizzare l’opinione pubblica verso le tematiche e i problemi che i paesi europei devono affrontare. A consegnare il riconoscimento alle personalità che si sono distinte per la loro attività nei diversi settori, il cardinale Angelo Comastri, arciprete della Basilica di San Pietro e Vicario generale del Papa per il Vaticano e l’arcivescovo Agostino Marchetto, segretario pontificio del Consiglio migranti e itineranti. Che, unitamente all’assessore capitolino alla Cultura Umberto Croppi, al sottosegretario ai Beni e attività culturali Francesco Maria Giro e al presidente dell’ente organizzatore Giuseppe Lepore, hanno presieduto alla cerimonia di premiazione. Insignita del premio speciale alla carriera nel campo musicale, Patty Pravo, che l’ha definito, sulla falsa riga del titolo di una sua canzone, «un pensiero stupendo». Attestati di stima consegnati anche a numerosi attori: dal mostro sacro del teatro Giorgio Albertazzi, ai protagonisti di numerose pellicole cinematografiche di successo Bud Spencer e Giuliano Gemma, fino alle stelle emergenti della fiction italiana, Serena Autieri, Giorgio Borghetti e Kaspar Capparoni. Un premio speciale per il cinema è stato assegnato alla regista Lina Wertmuller, omaggiata da un tripudio di applausi. Che non sono mancati anche quando il conduttore Paolo Bonolis, in compagnia del suo alter ego Luca Laurenti, ha raggiunto il tavolo della presidenza per ritirare la sua targa. E ancora. Numerosi, inoltre, gli sportivi che hanno meritato il riconoscimento: i calciatori della Lazio Cristiano Brocchi, Stefano Mauri e Fernando Muslera, la schermitrice Margherita Granbassi, fino alla campionessa di nuoto sincronizzato Aleksandra Popadina.