Sfinito dal ramadan gioca a calcio tra malori e paure

I giardini di viale Bracelli ospitano ogni giorno molti adolescenti e bambini che si sfidano in interminabili partite nel campetto di calcio. Nel lungo pomeriggio, uno di questi giovani ragazzi di nome Omar è stato, a modo suo quanto involontariamente, il protagonista. Il giovane ha dovuto interrompere più volte il match, si è seduto in disparte, ha accusato evidenti malesseri, ha rischiato più volte lo svenimento, era terribilmente affaticato. Molti dei presenti, preoccupatissimi, hanno cercato di capire cosa avesse quel ragazzo che indossava la maglia di Del Piero e che più volte ha fatto temere il peggio. Tra lo stupore di tutti, il ragazzo tranquillizzava i compagni di gioco poiché garantiva di non avere alcun nessun problema fisico, bensì di essere in pieno periodo di Ramadam, per cui restava senza cibo né acqua dall'alba della mattina. Il calcio oltre ad essere una passione, in questo caso è un diversivo pericoloso per distrarsi da qualsiasi pietanza.