Sfruttava le ragazze con il voodoo

Sfruttava decine di ragazze di colore costringendole a prostituirsi lungo le strade sulla via Prenestina, alle porte della Capitale. La donna, una nigeriana di 39 anni, organizzava il «lavoro» delle giovani lucciole in tutti i dettagli e c’è il sospetto che praticasse riti voodoo per costringere le ragazze a vendersi. A mettere fine all’attività della maîtresse i carabinieri della Stazione di Gallicano nel Lazio che l’hanno arrestata. La «maman» aveva alle sue dipendenze le ragazze, le accompagnava sul luogo di lavoro, provvedendo anche al loro pasto. Le giovani erano controllate a vista dalla stessa donna. L’attività di indagine dei militari ha consentito di documentare l’attività fino a ieri quando è scattato il blitz dei carabinieri che hanno fermato ed arrestato la donna. Nel suo appartamento è stato scoperto l’occorrente per consentire alle ragazze di prostituirsi, nonchè parrucche di vari colori.