Sgarbi: «Biblioteche in ferie? È un falso problema»

La cultura va in vacanza e chi rimane in città, non può neppure viaggiare con la fantasia leggendo un buon libro, gratuitamente. Le biblioteche comunali di Milano, infatti, chiudono i battenti così i fortunati che sono riusciti a prendere in prestito i libri desiderati, se li portano in vacanza, sotto l’ombrellone. A chi rimane in città, invece, tocca aspettare. Quanto? Dipende dalla biblioteca. Tra i più sfortunati, i frequentatori della centralissima Sormani che ha chiuso i battenti il sei agosto e li riaprirà solo il 27. Più fortunati, invece, i lettori della biblioteca Tibaldi che chiude oggi ma si ferma solo per una settimana.
«Questione di budget», si giustifica l’Assessore alla cultura Vittorio Sgarbi. Secondo lui non c’è motivo di lamentarsi: «Chi volete che vada in vacanza a Ferragosto? - si domanda -. Secondo me proprio nessuno, quindi chi si lamenta per la chiusura estiva dei centri comunali solleva un falso problema. Inesistente».