Sgarbi fa i graffiti, la Moratti li cancella

L’assessore Sgarbi invita i writers a «migliorare i muri grigi degli Arcimboldi coprendoli di murales». Il sindaco Moratti invece domani parteciperà alla giornata «I lav Milano» organizzata da Comune e Amsa per dare il via alla pulizia dai graffiti di 6mila palazzi della città entro fine anno (investimento pari a 6 milioni di euro) e fa un appello ai cittadini ad «amare e tenere pulita la città come se fosse casa propria». La Moratti precisa che «bisogna distinguere tra forme d’arte e muri imbrattati, l’arte di strada fa parte della cultura della nostra città ed è giusto che abbia propri spazi, ci stiamo impegnando a moltiplicarli. In Triennale c’è una splendida mostra di Basquiat, un’artista che era considerato un graffitaro». Ma, puntualizza, «distinguiamo l’arte di strada che deve essere valorizzata, da chi sporca semplicemente i muri».
E le scritte sulle facciate di 288 palazzi saranno cancellate domani, dalle 10 e mezza in avanti, da una squadra di 232 mezzi e 600 addetti Amsa. Ma i cittadini sono invitati ad aderire all’iniziativa, il sindaco, assessori e consiglieri daranno il buon esempio pulendo i quartieri con scope e sacchi dell’immondizia. hanno già aderito molte scuole, associazioni sportive, commercianti e tifosi dell’Inter e del Milan.