Sgarbi «prenota» l’assessorato alla Cultura

L’ex sottosegretario rinuncia alla sua lista per entrare in giunta. Ora c’è il «nodo» Zecchi

L’annuncio ufficiale è previsto per domani mattina in un luogo caro al protagonista: il museo Poldi Pezzoli. E così tra i marmi e la fontana della casa patrizia anche Vittorio Sgarbi si prepara a entrare nella squadra di Letizia Moratti. La candidata sindaco della Casa delle libertà ha da sempre un rapporto di stima con il critico d’arte, e a lui ha chiesto numerose consulenze scientifiche anche da ministro dell’Istruzione. La formula dell’intesa politica tra Sgarbi e Moratti prevede un impegno della candidata ad averlo come membro della sua squadra di governo della città. Insomma, Sgarbi sarà assessore.
Anche se non è previsto che Moratti e Sgarbi entrino nei dettagli, è automatico e inevitabile pensare all’assessorato alla Cultura, che infatti è esattamente la richiesta rivolta da Sgarbi per siglare l’accordo. L’ex sottosegretario ai Beni culturali di Berlusconi, uscito di scena dopo un burrascoso scontro con il ministro Giuliano Urbani, si preparava a presentarsi come candidato sindaco con la lista «Terza Repubblica. Lista Sgarbi. I liberal» e aveva cominciato a fare shopping proprio tra i laici di Forza Italia, offrendo il posto di capolista a Tiziana Maiolo. Il logo era già pronto e ammiccante, ma nelle settimane scorse era stato proprio Sgarbi a dire di essere disponibile a un accordo e di volersi mettere al servizio della città come assessore alla Cultura.
Letizia Moratti ha raccolto l’invito, l’ha chiamato e i due si sono visti a colazione martedì scorso, subito dopo la presentazione della lista civica.
E tra i candidati della lista Moratti c’è anche l’attuale assessore alla Cultura di Albertini, il professor Stefano Zecchi che, come è ovvio, aspira a fare il bis anche nella prossima giunta. La Moratti ufficialmente ha smentito, ma voci ben informate continuano a sostenere che quel posto gli sia anche stato promesso. Una poltrona per due professori.
Intanto il direttivo provinciale milanese della Lega ha scelto il capolista per le elezioni comunali a sostegno della Moratti: sarà Giancarlo Pagliarini.