Sgarro sui Navigli: gli taglia la gola

Al grido «hai toccato il culo alla mia ragazza» un romeno di circa 25 anni e un amico italiano si sono lanciati, armati di bottiglie di birra, contro due giovani incrociati sui Navigli. Uno ha riportato un leggero taglio e ha fatto in tempo a chiamare i soccorsi. L’altro è stato raccolto agonizzante, portato in ospedale, dove è stato salvato per miracolo. L’aggressione è avvenuta in quel breve tratto di viale Gorizia compreso tra via Vigevano e l’Alzaia, dove Carmine, 36 anni, di Avellino, e Gaetano, 33 anni di Lecce, sono stati raggiunti da due ragazzi, un italiano e un romeno, e una ragazza. Tutti ad accusare Gaetano di aver «toccato il culo» alla giovane. Nemmeno il tempo di negare e sono stati presi a pugni. Poi i due ragazzi li hanno colpiti con delle bottiglie di birra che si sono rotte nell’impatto con il collo delle vittime. Quindi la fuga. I due sono stati portati in ospedale: Gaetano medicato e dimesso, Carmine operato d’urgenza e ricoverato in prognosi riservata, anche se non dovrebbe più correre pericolo di vita. Nessuna traccia dei mancati assassini.