Sgomberati dagli zingari i ruderi di Sampierdarena

Mentre a Voltri gli abitanti della valle del Leira sono tornati a rivedere i rom vicino ai ruderi sul torrente, ieri operazioni di sgombero si sono svolte nel ponente, a Sampierdarena.
In particolare i romeni sono stati allontanati dall’ex sede distaccata della Asl in via Maritano a Begato e dal rudere di via Belladier a Sampierdarena.
Dopo essere stati annunciati nei giorni scorsi, tanto che molti stranieri avevano già provveduto ad abbandonare i luoghi in maniera autonoma, dalle prime ore del mattino fino quasi intorno alle 11 decine di uomini delle forze dell’ordine (polizia e carabinieri), vigili del fuoco, polizia municipale, responsabili dei servizi sociali del Comune e della Asl, hanno lavorato per sgomberare gli edifici occupati abusivamente e procedere con le operazioni di bonifica e di chiusura dei varchi di accesso. Una quindicina i romeni trovati ancora in via Maritano a Begato, più di una ventina quelli in via Belladier dove tra gli altri occupanti c’era un malato di varicella (ricoverato in ospedale) e certamente un minore. Per quest’ultimo e la sua famiglia l’affidamento ai servizi sociali del comune, mentre per tutti gli altri si stava ancora cercando una sistemazione, con l’appello denuncia del comune alle associazioni di volontariato affinchè portino un aiuto.