Sgomberato campo rom in via Baroni

«A testimonianza di un incessante impegno di controllo, la sezione Problemi del territorio della Polizia municipale ha liberato un’altra zona abusivamente occupata da extracomunitari, oggetto peraltro di segnalazioni da parte dei residenti». Annuncio del vicesindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato, il quale aggiorna di un ennesimo sgombero «silenzioso» - eseguito senza il clamore delle ruspe - in uno degli oltre 30 insediamenti nomadi abusivi in pubblica via contati in città. Stavolta sono state allontanate alcune famiglie di rom bosniaci accampati nell’area tra via Baroni e via dei Missaglia, periferia sud. I vigili, per assicurarsi che il posto non venisse nuovamente occupato, come spesso accade, hanno provveduto a un ulteriore sopralluogo di verifica a poca distanza di tempo dallo sgombero. Degli irregolari e delle loro roulotte a ieri pomeriggio non c’era traccia. «Nell’operazione - riferisce il vicesindaco De Corato - gli agenti hanno rinvenuto due autocarri e un camper di proprietà degli immigrati, sequestrati in quanto tutti i documenti relativi alla guida e alla circolazione dei mezzi risultavano falsi. Hanno quindi provveduto al sequestro anche di due carte di circolazione e di una patente. Non abbiamo abbassato la guardia - avverte -, interventi come questo dimostrano che l’amministrazione comunale è costantemente impegnata a combattere tutte le zone franche della città. I vigili, anche e soprattutto d’estate, sono presenti sul territorio per garantire il rispetto della legalità e sempre pronti a rispondere alle segnalazioni dei residenti». De Corato insiste nel sottolineare «il lavoro svolto dagli uomini della Polizia locale, che contribuisce a far alzare nei cittadini la soglia di sicurezza percepita». Specie in quelle «terre di nessuno» preda degli abusivi che sfuggono ai controlli, perché compaiono al tramonto e spariscono all’alba.