Sgominata banda Una ragazza a capo dei pusher

Sgominata una rete di spacciatori di droga che forniva eroina, cocaina e hashish nella provincia di Avellino. I carabinieri ieri hanno effettuato sei arresti, risultato di un anno di indagini. Capo dell’organizzazione una 24enne di Montoro Superiore che, comprando la droga nelle grandi piazze di spaccio di Napoli e Avellino, ricavava un guadagno del 300% rispetto al costo d’acquisto delle sostanze. La ragazza utilizzava per i rifornimenti e le consegne di grandi quantitativi di droga giovani incensurati tra i venti e i trent’anni, e tra di loro c’era anche un minorenne. I suoi corrieri per sfuggire ai controlli delle forze dell’ordine nascondevano la droga all’interno di doppi fondi che venivano ricavati nella tappezzeria delle auto. Nel corso dell’operazione, denominata Pantera Rosa, i carabinieri sarebbero riusciti ad ottenere prove schiaccianti contro gli spacciatori, tra cui anche intercettazioni telefoniche e filmati. Ora tutti gli arrestati sono stati trasferiti nel carcere di Avellino.