Sgravi per chi va in Borsa e burocrazia semplificata

Arriva la «comunicazione unica» all’Ufficio del registro delle imprese. In un solo atto, che potrà essere inviato anche per via elettronica, saranno incorporati tutti gli adempimenti amministrativi ai fini previdenziali, assistenziali e fiscali e «immediatamente» si potrà ottenere codice fiscale e partita Iva della nuova impresa. La stessa procedura si applicherà anche alle modifiche e alla cessazione di attività. L’imposta di bollo su questo nuovo tipo di comunicazione è fissata a 15 euro. Nel disegno di legge che si affiancherà al decreto Bersani è inoltre prevista una delega al governo per incentivare i pagamenti elettronici. Si tratta di un «suggerimento» del viceministro dell’Economia, Vincenzo Visco, per facilitare i controlli su tutte le transazioni. In futuro anche stipendi e pensioni superiori a un importo determinato saranno pagati per via elettronica. In arrivo anche degli sgravi fiscali per le imprese che decidono di quotarsi e per gli aumenti di capitale sottoscritti da fondi di private equity.