Shaari in visita al consolato incontra Pisapia: «Voglio parlarle»

MUn incontro curioso e fortuito per il sindaco, nel consolato americano di Milano. Giuliano Pisapia si è recato negli uffici di di via Principe Amedeo per rendere omaggio agli Stati Uniti d’America, alla vigilia della Festa dell’Indipendenza, che si celebra nel mitico 4 luglio. Il sindaco ha incontrato il console statunitense Benjamin Wohlauer. E all’evento, è lo stesso sito internet del Comune ad annunciarlo, «era presente anche il direttore del centro islamico di viale Jenner, Abdel Hamid Shaari». «E cosa c’è di strano? Ogni anno vado, perché mi invitano», ha detto Shaari, tutto orgoglioso, al Giornale. Un orgoglio giustificato, se è vero che l’accoglienza nel consolato Usa può rappresentare una credenziale importante, per un centro che è stato spesso al centro delle polemiche per le sue frequentazioni discutibili. «Ho detto al sindaco che ho bisogno di parlare con lui - ha rivelato Shaari - e mi ha risposto che non c’è alcun problema, anche se è ora molto impegnato con la giunta».