Shakespeare inedito con «Radio&Juliet»

Il Balletto di Maribor apre la stagione del Piccolo con la trasposizione di Romeo e Giulietta accompagnata dalle musiche degli oxfordiani Radiohead

Il menù è particolarmente succulento. E piuttosto ambizioso. Non è da tutti, infatti, mettere insieme i versi della più famosa storia d'amore di tutti i tempi firmata Shakespeare con la musica degli oxfordiani Radiohead, i re del rock intelligente e di tendenza, e con uno dei migliori esempi di teatro-danza della Vecchia Europa.
In estrema sintesi, sono questi gli ingredienti di «Radio&Juliet», il balletto, intrigante alchimia di sacro e profano, architettato dal giovane talento della coreografia internazionale, il romeno Edward Clug, classe 1973, che prende le mosse dalla celebre tragedia nella controversa (e modernissima) trasposizione cinematografica di «Romeo + Giulietta» (1996), diretta da Baz Luhrmann e che annoverava tra i suoi interpreti Leonardo Di Caprio e Claire Danes.
Lo spettacolo, scelto come primo appuntamento (stasera e con replica domani) del Festival del Teatro d'Europa, apre di fatto la stagione 2008-2009 del Piccolo Teatro e avrà come protagonisti i solisti della Compagnia di balletto del Teatro nazionale sloveno di Maribor, diretti dallo stesso Clug che, tra l'altro, è anche coreografo e interprete.
«Radio&Juliet» prova ad offrire un'interpretazione inedita del classico di Shakespeare: «potremmo dire che il punto di inizio dello spettacolo è il momento in cui Juliet vede Romeo che giace morto accanto a lei e la storia si sviluppa alla rovescia, come una retrospettiva di un amore non realizzato, incompiuto - suggerisce una chiave di lettura Clug -. Tuttavia, personaggi, caratteri e situazioni in questo spettacolo sono fittizi e qualsiasi rassomiglianza con Romeo e Giulietta di Shakespeare sono intenzionalmente non coincidenti».
Il ritmo dello spettacolo (durata: un'ora) è quello della contemporaneità: incalzante, meccanico ed essenziale.
Stesso discorso per la gestualità e i movimenti dei ballerini sul palcoscenico e per la musica di Thom Yorke e compagni. Una miscela finalizzata a raccontare l'inquietudine e la solitudine dell'uomo moderno.
Radio&Juliet
Piccolo Teatro Strehler
stasera (ore 19.30)
e domani (ore 20.30)
info: tel. 848-800304