Shakespeare come non si è mai visto

Shakespeare come (quasi) nessuno ha mai visto - anzi sentito, visto che qui di concerto si tratta - quello di sabato prossimo (ore 21.15) a Camogli: una serata al Cenobio dei Dogi, davanti al mare tra i più belli di Liguria, a cantare d'amore, con un inedito italiano, i Shakespeare Sonnets musicati da Mario Castelnuovo Tedesco (1895-1968) che per la prima volta dopo la morte del compositore (sono ancora allo stato di manoscritto) vengono proposti al pubblico, nella versione per soprano, baritono, pianoforte e voce recitante.
È uno dei ghiotti e raffinati appuntamenti del «Festival Camogli in Musica», iniziato il 2 luglio scorso e previsto fino al 27 agosto, manifestazione organizzata dal «Gruppo Promozione Musicale Golfo Paradiso» e ormai giunta alla sua 29^ edizione, sempre sotto la direzione artistica del maestro Luciano Lanfranchi. Un ricco cartellone che impreziosisce la cultura rivierasca e che attende a momenti la riapertura del Teatro Sociale di Camogli, prevista - incrociando le dita - entro un anno. Protagonisti del concerto di sabato sera due delle giovani voci più interessanti del panorama lirico italiano, il soprano Valentina Coladonato e il baritono Filippo Bettoschi; il pianista Claudio Proietti, raffinato e sensibile interprete della musica novecentesca e l'attore Mario Peccerini, che accosterà alla musica la lettura di questo canzoniere d'amore, uno dei più profondi e meravigliosi della letteratura di tutti i tempi, che non smette mai di incantare con il suo fascino e mistero.
In una versione, con la voce femminile contrapposta a quella maschile, che tende a sottolineare l'ambiguità sessuale nel testo, in cui il poeta canta l'amore, la bellezza, la passione. Composti tra il 1944 e il 1947 negli Stati Uniti, i «Shakespeare Sonnets» sono considerati dallo stesso Castelnuovo Tedesco un suo punto d'arrivo per quanto riguarda la lirica da camera «perché, dopo Shakespeare, mi sarebbe stato difficile, per non dire impossibile trovare una poesia lirica di uguale altezza» e un tributo doveroso al tanto amato poeta inglese. Dopo il concerto sarà possibile cenare con gli artisti al Bar Nicco di Ruta a prezzo promozionale. Ingresso al concerto: interi 15 euro, ridotti 10 (giovani e soci GPM). Per informazioni e per il calendario completo dei concerti, tel. 0185771159 - 0185770703 - 338 6026821. Web: www.gpmusica.info