Shanghai pesa sul listino

La settimana di Piazza Affari parte condizionata dal nuovo crollo della Borsa di Shanghai (-8,3% nella notte). Gli indici principali hanno ceduto intorno allo 0,7%, dato che fa di Piazza Affari la maglia nera in Europa. Più penalizzati gli indici settoriali (Midex ed AllStars) che accusano flessioni intorno all’1,2%.
L’attività resta cospicua (7,1 miliardi di controvalore) per effetto di insistenti realizzi, specie sui bancari. Tra questi ultimi, Italease crolla di un altro 15,3%, e trascina la controllante Bpvn nonché Bpi. Sempre in sofferenza Alitalia (meno 3,5%), trascurata Fiat (meno 1,4%) per i problemi della collegata Juventus, in calo di oltre il 3%. Assestamento per Aem e Asm, dopo il via libera alla fusione, mentre Autogrill cede oltre l’1%, dopo l’annuncio dell’Opa sulla britannica Alpha Airports. Domani debutteranno in Borsa Zignago Vetro e Mutuionline.