Shanghai premiata dal Pil

Fine settimana pesante per le Borse mondiali. A New York sono riaffiorati i timori sulle possibili complicazioni dei prestiti subprime, ma hanno pesato anche annunci societari, come è il caso di Caterpillar (oltre il 7%) e Google (meno 5,2%). Bilancio negativo in Europa, con gli indici continentali in calo dell’1,6%. A Stoccolma pesante Ericsson (meno 5%), mentre a Francoforte crolla Gpc (meno 35,6%) per l’esito negativo di un test su un farmaco anticancro; realizzi anche sui finanziari, con Commerzbank in calo del 2,7% e Allianz del 2,2%. A Parigi cede Vallourec (meno 5%), dopo la cessione di due divisioni ad Arcelor-Mittal. Non arresta la corsa la Borsa di Shanghai (più 3,7%), dopo la pubblicazione della crescita del Pil dell’11,9% nel secondo trimestre.