Sharapova fa la Diva di un tennis minore

Maria Sharapova si ritira a Roma ed è dramma! La grande Diva del tennis ieri non è scesa in campo per colpa di uno stiramento al polpaccio sinistro. Aveva finito di giocare molto tardi contro Patty Schnyder venerdì sera ed era rimasta fino alle 3 di notte nelle mani del fisioterapista. Così almeno ha raccontato lei, in conferenza stampa, appuntamento al quale è arrivata sorridente con 40 minuti di ritardo facendo indispettire i giornalisti: «Ho provato a correre questa mattina però avevo male». Conoscendo il tennis mi permetto di dire che sarebbe stato più leale entrare in campo contro la Jankovic prima di decidere, invece la bella Maria ha anche detto incautamente: «Lo scorso anno ho giocato Parigi praticamente senza una spalla, imbottendomi di antidolorifici, ma quello era un torneo del Grande Slam!». Prima di andarsene si è lasciata premiare con il Compeed Award premio eleganza attribuitole dalla stampa internazionale, lo stesso che la scorsa settimana è stato consegnato a Federer. La finale oggi vedrà opposte Jelena Jankovic alla francesina Alize Cornet autentica sorpresa che al secondo turno (che peccato) ha battuto Francesca Schiavone 6-3,6-2. E mentre rimpiango l’occasione per le italiane mi domando cosa sarebbe accaduto se in semifinale nel lontano 1967 Maria Bueno si fosse ritirata contro di me. Allora c'erano solo coppe e niente denaro però le campionesse non se ne andavano così facilmente.