Shlomo Mintz rende omaggio a Israele

Il direttore e violinista proporrà brani di Mendelssohn e Ben Haim

La musica è nel dna del popolo israelita che ha fatto del violino una sorta di emblema nazionale. «La tradizione del violino è nata nel ghetto: al pianoforte è difficile piangere, mentre riesce naturale se si abbraccia un violino», racconta il direttore d’orchestra (anche della Israel Philharmonic) Zubin Mehta.
La galleria di violinisti memorabili del secolo scorso è monopolizzata da artisti di ceppo ebraico come Yehudi Menuhin, Jascha Heifetz, Nathan Milstein, Isaac Stern, tutti maestri spirituali della generazione successiva di Shlomo Mintz, per esempio: un musicista istintivamente violinista. Mintz, ebreo moscovita, raggiungeva Israele all’età di due anni, e ancora ricorda «l’incontro con tutta quella gente alimentata da grandi speranze». È un artista di corso internazionale, ma non dimentica la lingua di terra in Medio Oriente dove crebbe, e che raggiunge più volte l’anno, dato che insegna al Keshet Eilon Music Centre, scuola per bimbi prodigio dell’archetto.
Shlomo Mintz è il protagonista del concerto di stasera al Teatro Dal Verme (ore 21), nato dalla collaborazione fra le Serate musicali con la Comunità ebraica di Milano, in omaggio al sessantesimo anniversario dello Stato d’Israele. Assieme a Mintz, la Israel Sinfonietta Beer Sheva, compagine trentacinquenne che a Milano propone un programma centrato su due compositori ebrei, uno arcinoto, Mendelssohn (Ouverture op. 26 Le Ebridi, concerto per violino e orchestra, Sinfonia Italiana) e Ben Haim, tedesco emigrato in Palestina in piena epoca nazista.
Musica ebraica che, sempre martedì, ma in Conservatorio (ore 20.30), segna anche l’appuntamento con la Società del Quartetto che ospita la Klezmerata Fiorentina, quartetto composto dal violino di Igor Polesitsky, tutt’uno con tre colleghi del Maggio Musicale Fiorentino (clarinetto, fisarmonica e contrabbasso). In programma musiche della tradizione degli ebrei ucraini, tra cui brani eseguiti in occasione del matrimonio dei nonni di Polesitsky.
Israel Sinfonietta Beer Sheva
stasera, ore 21
Teatro Dal Verme
via S. Giovanni sul Muro 2
Tel. 02-29409724