Shopping in Montenapo, asta benefica del lusso

Trenta eventi e una mostra all’aperto. Design doc all’incanto per solidarietà . Negozi aperti fino alle 20.30 in zona

Trenta eventi per 30 bouti­que, una mostra «en plein air» con 36 classici del design che sa­ranno battuti all’asta per Oxfam, 4 Maserati affiancate da altrettante sculture avveniri­stiche, una serata all’insegna dello shopping, una lunga serie di cocktail. E, naturalmente, mille progetti di architetti, desi­gner e artisti. È la nuova edizio­ne della Montenapoleone Desi­gn Experience: il Fuorisalone del Quadrilatero, evento nel­l’evento che si apre martedì e si chiude il 13 aprile. Protagoni­sta, per la prima volta, il design a fin di bene: «Di solito acqui­stiamo un pezzo di design per noi stes­si, questa volta pos­siamo comprarne uno per fare del be­ne agli altri: per que­sto abbiamo coin­volto Oxfam Italia», spiega Guglielmo Miani, presidente dell’associazione di via Montenapole­one e ideatore del­l’iniziativa. Dal pri­mo all’ultimo gior­no saranno infatti battuti all’asta, un’asta silenziosa, 36 pezzi celebri co­me il Sacco di Zanot­ta, la poltrona Up 200 di Gaeta­no Pesce per B& B, o la lampada Taccia dei fratelli Castiglioni per Flos, tutti donati da una ven­tina di grandi aziende: 24 di que­sti pezzi storici saranno esposti lungo la via, glialtri saranno di­sponibili per l’asta ( le offerte at­traverso gli operatori Oxfam sempre presenti lungo la via, o via mail: corporate@oxfam.it).I ricavi andranno all’organizza­zione umanitaria internaziona­le Oxfam a sostegno della lotta contro la povertà. Accanto a questi oggetti-ico­na, 4 modelli di Maserati altret­tanto iconici (a partire dalla nuova Ghibli) tracceranno un percorso fatto di tecnologia e lusso 100% made in Italy, a parti­re da piazza Croce Rossa. E poi lo shopping, che giovedì si pro­lunga fino alle 20.30 nei negozi di via Montenapoleone, via Ver­ri e via Sant’Andrea: una serata strategica con la quale l’Asso­ciazione mira a superare i fattu­rati del 2013 («3 miliardi, il 12% del Pil milanese, e il 25% dei rica­vi dello shopping dell’intera Lombardia»). Infine quest’anno i brand as­sociati ospitano un progetto di un architetto, designer o arti­sta. Ecco allora che Vuitton col­labora con Cassina e omaggia Charlotte Perriand, Van Cleef& Arpels presenta le scenografie ideate dagli studenti della Crea­tive Academy realizzate dalla compagnia di marionette Car­lo Colla & Figli con la Fondazio­ne Cologni, la boutique Rolex di Pisa Orologeria mette in mo­str­a schizzi e progetti dell’archi­tetto Franco Albini. E Fratelli Rossetti ospita un’installazio­ne di Letizia Cariello, La Perla lancia il baule da viaggio super lusso disegnato da Diana Rosio­ru, Prada svela i nuovi divani Clover Leaf di Verner Panton, Simonetta Ravizza una nuova collezione di letti, Larusmiani la prima lampada firmata Riva. Così nasce un nuovo format 100% made in Milano, anzi ma­de in Montenapo: quello del­l’Architecture& Luxury.