Shorter al Manzoni Tuck e Patti: Blue Note

Le settimane con una festività in mezzo non sono favorevoli per i jazz club. In ogni caso i locali cercano, oltre che di tenere aperti i battenti, di proporre programmi allettanti. Anzitutto ricordiamo che questa sera alle 21 al teatro Manzoni si conclude la stagione di Aperitivo in Concerto con l’attesissimo recital del Wayne Shorter Quartet con Shorter sax tenore e soprano, Danilo Perez pianoforte, John Patitucci contrabbasso e basso elettrico, Brian Blade batteria. Il club più interessante è anche questa volta la Salumeria della Musica (via Pasinetti 2) che per mercoledì alle 22 annuncia il trio Shapes con Dado Moroni pianoforte, Peter Washington contrabbasso e Lewis Nash batteria: è una formazione che con concerti in America e in Europa ha avuto la possibilità di maturare un affiatamento e un suono collettivo di ottimo livello. Seguono giovedì la Paolo Tomelleri Big Band e venerdì (alle 22.30) il quartetto The Thrust dei fratelli Ragonese. Buona musica si può ascoltare domani sera anche al NordEst Cafè (via Borsieri 35) con il Milano Dixie Quartet di Stan Caracciolo; mercoledì dalle 19 alle 22 al Red Black Bar di via Boni 32; giovedì alle Scimmie di via Ascanio Sforza 49 dove (ore 22.30) va in scena il pianista Antonio Faraò che annuncia anche un suo nuovo disco. Al Blue Note ritorna da mercoledì a sabato (ore 21 e 23.30) il «duo d’amore» Tuck & Patti, voce e chitarra, moglie e marito nella vita.