Lo show anche in digitale e sul web. In giuria Ventura, Morgan, Elio e Arisa

Lì per lì le prime novità visibili della nuova edizione di X Factor sono che Morgan sembra essere appena uscito da una tela del Velàzquez (con barbone e mega ciuffo ondulato, gli manca la gorgiera bianca e sarebbe perfetto). E che la giurata debuttante Arisa inizia un’altra vita: lanciata dal programma più vecchio della tv free, il Festival di Sanremo, in tre anni è arrivata al programma di intrattenimento più importante della pay tv. In ogni caso, X Factor riparte con impietosa coincidenza con il tracollo di Star Academy, che ne ha preso il posto su Raidue con esiti evidentemente disastrosi. Quando si dice il caso.
Comunque, giusto il tempo di vedere la giuria seduta al tavolo ieri durante la presentazione, da Simona Ventura fino a un Elio low profile e al presentatore Alessandro Cattelan very british (maglioncino compreso), e si capisce che la prima edizione di X Factor su Sky Uno (canale 109) ha così tante novità che la presenza del daytime e di XtraFactor alla fine sembrano quasi scontate. La prima è che sarà in HD visto che proprio dalla prima puntata del 20 ottobre Sky Uno diventerà in alta definizione ventiquatt’ore su ventiquattro. E poi che il televoto diventa gratuito, sia online che via telefono. Infine c’è la mostruosa copertura di questa edizione: tv, web, social network, radio (Radio 105, molto organizzata). Oltretutto, grazie all’applicazione Sky Go, X Factor sarà visibile in simulcast con Sky Uno per gli abbonati ovunque si trovino. Infine, le prime quattro puntate, dedicate alle selezioni, andranno in onda anche sul canale Cielo. Insomma, un talent show tentacolare che, già dalle immagini dei promo, segnala un sensibile cambio di marcia rispetto al passato. Sarà che, come dice il vicepresidente di Sky Andrea Scrosati, «c’era un elemento della nostra offerta che poteva essere arricchito e lo abbiamo fatto». Oppure, parola di Ilaria Dalla Tana di Magnolia, che con Freemantle produce lo show, «questa è la vera edizione di X Factor». Sia come sia (ascolti sono relativi sulla pay tv), questo talent riparte con una marcia in più, parlando una lingua televisiva nettamente diversa da prima. Anche Morgan, look a parte, sembra diverso, al punto di invitare come ospite addirittura Vasco Rossi dopo avergli detto, non più di tre mesi fa, che è artisticamente morto a 27 anni. Infine Simona Ventura, già padrona di casa. Ha detto che «questa è la mia sfida più grande», ha sottolineato giustamente che se lei avesse fatto l’8 per cento di share a Quelli che il calcio come succede ora alla sua erede Victoria Cabello «mi avrebbero tagliato le orecchie». E poi si è tolta il sasso dal décolleté nero con tacco quattordici: «Raidue? I dirigenti che a me non piacevano sono andati via e ora è tutto buono». Soprattutto, ora si comincia davvero: dodici puntate da domani, la sfida entra nel vivo dal 17 novembre. Tutto il resto, per fortuna, è ormai noia.