Show di Putin: intona un pezzo di Armstrong e suona al piano un vecchio canto sovietico

Il premier russo Putin ha suonato al piano una canzone patriottica e cantato qualche verso della canzone americana «Blueberry Hill», nel corso di un galà di beneficenza che si è svolto venerdì sera a San Pietroburgo. Lo ha reso noto il sito del governo russo. All’evento hanno partecipato anche Sharon Stone, Mickey Rourke, Monica Bellucci e Ornella Muti. Quest’ultima era seduta al tavolo con Putin.
Al premier durante la serata è stato chiesto se voleva suonare qualcosa. «Come la maggior parte delle persone, non so né cantare né ballare - ha risposto - ma mi piace farlo». Poi è salito sul podio e si è messo al piano, dove ha suonato una canzone popolare dell’epoca sovietica, «Dove comincia la mia patria». È lo stesso pezzo che aveva cantato quando aveva ricevuto i dieci agenti russi espulsi dagli Stati Uniti (fra i quali la famosa «Anna la rossa»).
Quindi Putin, forse in omaggio alle tante star americane presenti, ha preso il microfono e, accompagnato da un complesso jazz, ha accennato i primi versi di «Blueberry Hill» (La collina dei mirtilli), una canzone americana del 1940 incisa da Louis Armstrong nel ’49, ma portata al successo nel ’56 da Fats Domino. Nonostante l’inglese approssimativo, secondo il sito del governo la performance ha provocato l’entusiasmo del pubblico. Lasciato il palco, il premier è tornato al suo tavolo, accanto a Ornella Muti e Kevin Costner.