Si accendono le utilities

Piazza Affari è parsa ieri più decisa nel prendere la via del rialzo: Mibtel e SA&P/Mib hanno chiuso a più 0,8%. Gli scambi si sono mantenuti poco al disopra dei 5 miliardi. Le trame operative al rialzo si sono ieri meglio delineate, ed hanno puntato sulle utilities, con Aem Milano e Asm in rialzo del 3,6%, Acea del 2,9% ed Edison del 2,3%. In fermento anche il comparto assicurativo, in attesa che si delinei il programma del gruppo Generali in merito a operazioni di concentrazioni societarie. Non si arresta la ripresa di Fiat (più 3,52%), tornata stabilmente sopra quota 21 euro, poche le performances tra i bancari, mentre Credito artigiano crolla di oltre il 4%, all’annuncio di una pesante ricapitalizzazione. Si rafforzano i titoli telefonici, mentre nel limbo del listino si impennano Acotel (più 12,3%) e Polynt (più 4,6%). Di segno opposto Biesse (meno 6,5%) ed Eutelia (meno 6%).