Si allarga l’inchiesta sulle mense del Comune

Si allarga, con un nuovo indagato, il manager veneto Mario Rossi, dirigente commerciale della società di ristorazione Copra di Piacenza, l' inchiesta della procura di Genova sul presunto giro di tangenti che sarebbero state versate per l' aggiudicazione degli appalti delle mense del comune di Genova. L' accusa nei suoi confronti è corruzione. Rossi era già indagato, con la stessa ipotesi di accusa, in qualità di dirigente della società Gama di Verona, per l' aggiudicazione degli appalti delle mense dell' ospedale Galliera, poi passata per competenza al pm genovese Francesco Pinto.
È questa la svolta nell' inchiesta genovese, nata come costola dalle indagini della procura di Verona, in cui era coinvolta la società Gama, le quali erano sfociate un anno fa in 19 misure cautelari in tutta Italia. A Genova vennero arrestati Carlo Isola, all' epoca dei fatti contestati responsabile degli appalti del Comune di Genova. Oltre a Isola, difeso dall' avv. Massimo Boggio, erano stati arrestati Giovanni Cazzulo, direttore amministrativo dell' ospedale Galliera, assistito dall' avv. Giovanni Scopesi, e Roberto Galiano, responsabile della sicurezza dell' ospedale genovese. Il trait-d' union tra le due inchieste giudiziarie sarebbe appunto Rossi.