Si alza il velo sullo stadio «Nido d’uccello»

Pechino. Il nuovo e avveniristico Stadio Nazionale di Pechino, fulcro dei Giochi olimpici del prossimo agosto, noto come il «Nido d’uccello», ha aperto per la prima volta i suoi cancelli ad alcuni media stranieri. I lavori per la costruzione della struttura, costata oltre 314 milioni di euro, erano iniziati nel dicembre 2003. Lo stadio ospiterà le cerimonie di apertura e di chiusura dei Giochi, le gare di atletica e le finali di calcio. A 114 giorni dall’inizio ufficiale, i lavori fervono ancora: squadre di operai e un piccolo esercito di volontari finiscono di dipingere le strisce che delimitano le corsie sul tartan e di installare gli ultimi sedili, che sono in tutto 91.000.