Si apre lo scontro su Fin. Canova

Marzotto

Appena conquistata la Zignago con l’Opa terminata lo scorso 12 settembre, i fratelli Gaetano, Stefano, Niccolò e Luca Marzotto e il cugino Marco Donà dalle Rose hanno bussato alla porta di Finanziaria Canova e hanno posto domande a raffica all’assemblea dei soci. Secondo il Sole 24 ore Radiocor, i nuovi proprietari della Zignago, che detiene il 7,5% di Finanziaria Canova, hanno puntato l’indice sul passaggio delle azioni detenute in Valentino (il 20,3%) e Marzotto (20,3%) dalla holding Canova a una controllata, la Canova Partecipazione. Operazione avvenuta poche settimane dopo l’Opa che ha determinato il ribaltamento al vertice Zignago e l’emarginazione di Antonio Favrin (ad e presidente della Marzotto e di Valentino) e dei suoi alleati. Il sospetto dei Marzotto è che il trasferimento dei titoli alla Canova Partecipazioni sia stato architettato per permettere a Favrin di avere mano libera senza fare i conti con loro.