Si arriva al 5% ma solo a tempo

Parlando di depositi bancari, occorre distinguere tra le promozioni e le offerte a catalogo. Le promozioni, o le offerte ai nuovi clienti sono di carattere temporaneo e devono quindi essere valutate accuratamente. Per esempio il 5% lordo offerto da Conto@me di Webank (gruppo Bipiemme) è limitato nel tempo (fino al 30 giugno 2009) e nell’importo massimo (fino a 30mila euro). Il 4,25% lordo proposto da Conto Arancio di Ing Direct ai nuovi clienti è valido per i primi sei mesi: dopo scende al tasso base (2,50% lordo dal 22 febbraio). L’offerta a catalogo, invece, è quella riconosciuta a tutti i clienti (sia vecchi sia nuovi) e quindi valida senza limitazione di tempo. Il Conto Deposito di CheBanca!, per esempio, con la formula Che Interessi! Subito! offre fino al 4,70% lordo per 12 mesi. Il tutto senza nessuna spesa di apertura e gestione né di chiusura e nemmeno l’imposta di bollo. Allo stesso modo, Rendimax di Banca Ifis garantisce il 4,75% lordo senza costi di apertura, chiusura e tenuta conto. In tutti i casi le condizioni relative alla remunerazione possono essere cambiate dalla banca in qualsiasi momento. Quello che invece non cambia, perché stabilito dalla legge, è il massimale dei depositi garantiti. Infatti il Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi garantisce fino a 103.291,38 euro per depositante. Fondo di garanzia che non copre, però, i contratti di pronti contro termine anche quando questi sono collegati a un conto corrente o a un deposito bancario.